/Abitarea 2 e Abitarea 4

Tranquillità, benessere visivo, innovazione delle forme. AbitArea 2 e AbitArea 4, immersi nel verde ma a soli due minuti dal centro cittadino, nascono per rispondere alle più moderne esigenze dell’abitare contemporaneo. AbitArea 2 è il centro residenziale di 12 villette a schiera bifamiliari, AbitArea 4 si compone di villette a schiera autonome di 133 mq, disposte su tre livelli e dotate di verande e balconi per 23 mq e di un giardino di 54 mq. Ogni villetta comprende due posti auto esterni e un deposito.

L’Area

Il progetto è stato realizzato nella verde campagna di Noci, a ridosso della Via per Gioia del Colle, a soli due minuti di macchina dal centro cittadino. AbitArea 2 e AbitArea 4 sono state così concepite per integrarsi armonicamente in una delle zone residenziali di pregio del tessuto urbano nocese, caratterizzato dalla presenza di alcune tra le più importanti e storiche ville della città.

PersonalVilla

Con il programma PersonalVilla abbiamo voluto offrire ad ognuno di voi, la possibilità di personalizzare la vostra casa a partire dalla migliore organizzazione dei suoi spazi interni.
La libertà di scelta dei materiali, delle soluzioni di illuminazione, dell’impiantistica e dei sistemi di riscaldamento completano il programma.

Perché ogni casa sia unica, la vostra!

Parola di Architetto

Gianni Lovece ed Anna Stella Tinelli curatori del progetto.
Il progetto si inserisce all’interno di una vasta area, periferica, sottoposta a trasformazione urbanistica, caratterizzata da edilizia residenziale privata e pubblica. L’insediamento realizzato di edilizia privata, come primo stralcio, punta a salvaguardare il rapporto citta-campagna. L’intervento si sviluppa intorno a un’area pubblica, sistemata a verde attrezzato, ricreando un effetto analogo a quello dei processi di aggregazione dei nuclei urbani. Quindi una edificazione aperta che possa definire il rapporto tra spazio pubblico verde esterno e giardino privato interno e, al contempo, spazio pubblico quale elemento unificatore e regolatore fra l’edificato esistente ed il nuovo intervento.
Le questioni emerse dall’analisi dello stato di fatto e l’indice territoriale molto basso, previsto dallo strumento urbanistico generale, hanno generato una modalità di intervento a carattere estensivo, con l’obiettivo di integrare le preesistenze sorte in maniera spontanea con la nuova edificazione. Il carattere estensivo dell’insediamento è sottolineato dall’adozione di tipologie edilizie come la casa isolata, la casa binata e la casa a schiera, tutte rigorosamente con giardino di pertinenza. Le altezze dei manufatti non superano i due piani fuori terra. Le scelte progettuali e i materiali adottati sono stati recuperati dalla memoria e dal territorio, rendendo il paesaggio più affascinante. I giardini pertinenziali sono definiti da muri rivestiti in pietra e piantumati con essenze arboree pregiate, tipicamente locali. I blocchi edilizi sono rifiniti con intonaco chiaro, infissi in legno e cornici in pietra di Apricena.
Gli interni sono ben rifiniti con materiali di pregio e con una ottima dotazione tecnologica.