/Bonus mobili per acquisto prima casa. Ecco come ottenerlo.

Bonus mobili per acquisto prima casa. Ecco come ottenerlo.

Raddoppiano le opportunità di detrazione fiscale legate all’acquisto di mobili grazie alla nuova legge di stabilità.

Resta, infatti, in vigore il tradizionale Bonus Mobili che prevede, come lo scorso anno, una detrazione ai fini IRPEF del 50% per l’acquisto di arredi ed elettrodomestici di classe A+ (classe A per i forni) per tutti gli immobili sui quali siano state contemporaneamente eseguite attività di ristrutturazione edilizia.

Il tetto massimo di spesa è, in questo caso, di dieci mila euro e l’agevolazione è fruibile, oltre che dal proprietario dell’immobile, anche dal coniuge convivente non intestatario dell’immobile o dall’usufruttuario. E’ inteso che i mobili oggetto dell’acquisto, pagati tramite bonifico parlante, bancomat o carta di credito, possono anche essere relativi ad un ambiente dell’immobile non oggetto dei lavori di ristrutturazione.

Accanto a questo incentivo viene introdotto il Bonus Mobili per le giovani coppie, sposate o conviventi “more uxorio” da almeno tre anni, che acquistano un immobile da destinare ad abitazione principale senza effettuare interventi di ristrutturazione edilizia.

L’agevolazione è valida, in questo caso, purché almeno uno dei componenti del nucleo familiare non abbia superato i 35 anni ed è riservata all’acquisto di mobilia da arredamento, escludendo, quindi, gli elettrodomestici, e per un tetto massimo di spesa di sedici mila euro. I due bonus però, precisa la Legge di Stabilità, non sono cumulabili.

Per tutto il 2016, inoltre, per merito della Legge di Stabilità, acquistare casa da un’impresa costruttrice come la nostra è ancora più conveniente, grazie alla detrazione del 50% di IVA dall’Irpef. Per ulteriori informazioni e per fissare un appuntamento con i nostri consulenti, scrivete a info@lafusillo.it, o chiamate il numero 0804974400.