/IMU e TARSU: a Noci detrazioni del 30% per le abitazioni “virtuose”

LAFUSILLO-01-2017

La direttiva europea sulla prestazione energetica nell’edilizia impone agli Stati membri di ridurre entro il 2020 il consumo energetico del 20% e di costruire, sempre a partire da quella data, edifici privati ad energia quasi zero. (NZEB: Nearly Zero Energy Building). Questo significa che ogni abitazione privata dovrà quasi pareggiare l’energia utilizzata con quella prodotta, ossia essere in grado di produrre in loco, grazie alle fonti energetiche rinnovabili, una quantità di energia quasi pari a quella che consumerà.

Nel nostro Paese, al fine di valutare le prestazioni energetiche degli edifici, è nato il Protocollo Itaca, una guida che suggerisce la direzione della sostenibilità ambientale in edilizia, utile a orientare le scelte progettuali verso un sistema coordinato di soluzioni virtuose. Il tutto finalizzato al risparmio di risorse naturali e al miglioramento della qualità abitativa. Attraverso la valutazione dei parametri specifici dell’edificio, vengono calcolati gli Indicatori di prestazione dell’edificio per ogni Criterio del Protocollo ITACA. Il punteggio globale rappresenta la prestazione di sostenibilità energetico-ambientale dell’intero edificio secondo la Scala di valutazione adottata da ITACA. Il sistema di valutazione si articola in diverse classi di prestazione che vanno da -1 fino a 5. Gli edifici che rientrano nella classe 3 sono quelli con una buona pratica, in quanto rappresentano un notevole miglioramento della prestazione rispetto ai regolamenti vigenti e alla pratica corrente.

Il Comune di Noci, con il Regolamento di attuazione della legge regionale n. 13 del 10/6/2008, “Norme per l’abitare sostenibile” ha previsto delle detrazioni fiscali su IMU e TARSU per gli immobili che raggiungono una classe di sostenibilità ambientale complessiva, maggiore di 3. L’applicazione dello sconto sull’imposta municipale unica e sulla tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani avviene in base al punteggio ottenuto in due aree in particolare: “Consumo di Risorse” e “Carichi Ambientali”. Per punteggio pari a 3 in entrambe le aree, la detrazione ammonta al 30%; lo sconto del 50% su IMU e TARSU riguarda, invece, gli immobili che raggiungono un punteggio di 4 nelle due categorie.

Le abitazioni de La Fusillo Costruzioni, tutte in classe di sostenibilità 3 del Protocollo Itaca, consentono di usufruire della detrazione fiscale su entrambe le imposte. Un ulteriore vantaggio che si somma a tutti gli altri benefici che derivano dall’acquisto di una casa sostenibile.