/Leasing Immobiliare per acquisto prima casa. Tutti i vantaggi.

Leasing Immobiliare per acquisto prima casa. Tutti i vantaggi.

Dall’inizio del 2016 la Legge di Stabilità ha reso disponibile un ulteriore strumento per aggirare le difficoltà nell’ottenere un mutuo per l’acquisto di immobili.

Si tratta del cosiddetto “Leasing Immobiliare” i cui meccanismi sono esattamente quelli che siamo abituati a conoscere per automobili e macchinari. Un intermediario finanziario, sia essa una banca o un soggetto terzo di altro tipo, si impegna ad acquistare o a costruire ex novo un immobile su indicazioni di un soggetto utilizzatore. Quest’ultimo riceve l’immobile in disponibilità temporanea, impegnandosi al versamento di un canone mensile funzione del prezzo di acquisto o di costruzione dell’immobile e della durata del contratto. Al termine del periodo stabilito l’utilizzatore ha facoltà di acquistare l’immobile ad un prezzo precedentemente stabilito in fase di sottoscrizione dell’accordo.

La procedura è applicabile senza distinzione o  modifiche per immobili commerciali o per civili abitazioni.

I vantaggi che ne conseguono sono molteplici, a partire dal fatto di poter evitare spese di istruttoria, iscrizioni e ipoteche in quanto non viene concesso un vero e proprio finanziamento, e persino l’intervento del notaio viene limitato alla seconda fase dell’accordo e solo qualora il soggetto utilizzatore decida di procedere all’acquisto dell’immobile.

Fiscalmente parlando, oltre a consentire il finanziamento dell’intero valore dell’immobile a meno di una rata iniziale variabile fra il 10 e il 30 per cento, è possibile ottenere l’ammortamento del canone fra i 96 e i 240 mesi e, almeno in parte, la detraibilità degli importi.

Fino alla fine del 2020, infatti, i giovani con meno di 35 anni e un reddito complessivo non superiore ai 55 mila Euro possono fruire, purché non titolari di immobili a destinazione abitativa, di una detrazione IRPEF al 19% sul canone di locazione pagato fino ad un importo massimo annuo di 8 mila Euro e di una pari detrazione sul riscatto dell’immobile fino a 20 mila Euro.

Le condizioni sono valide anche per coloro che hanno 35 anni e oltre ma con limiti di importo ridotti alla metà.