Come realizzare un giardino Feng Shui

In questi ultimi tempi si fa un gran parlare del Feng Shui nell’ambito della casa, ma cos’è il Feng Shui e perché è importante tenere bene a mente i suoi principi quando parliamo delle nostre abitazioni? Fondamento del Feng Shui è la ricerca dell’armonia con l’ambiente circostante, attraverso l’equilibrio di Yin e lo Yang, due forze dominanti e contrapposte della natura che devono essere presenti senza che nessuna delle due prevalga sull’altra. Progettare un’abitazione, secondo le regole del Feng Shui presuppone un’analisi accurata della disposizione di ogni elemento secondo i quattro punti cardinali, il tutto per realizzare un ambiente armonioso, sfruttando l’energia positiva che circonda le cose e le persone.

Anche il giardino può essere progettato secondo quest’antica dottrina. Per farlo si utilizza un’apposita bussola, detta Ba Gua, in grado di individuare quale tra i cinque elementi caratterizza ogni luogo del giardino: Terra, Metallo, Acqua, Legno e Fuoco, devono essere rappresentati in misura armonica. Una volta determinati i punti cardinali, si passerà a suddividere il giardino in settori, in cui collocare piante ed oggetti simbolo di quell’elemento (il nord è collegato all’acqua, il sud al fuoco e così via). L’orientamento del giardino in relazione alla casa consente di definire qual è l’elemento predominante e quali interventi apportare.

  • Il giardino orientato verso Est e Sud – Est appartiene all’elemento legno. In questo ambiente cresceranno rigogliose le piante alte e rampicanti. I colori legati all’elemento legno sono il verde, il blu chiaro e il turchese. Ottimo il collegamento con il rosso: il legno nutre il fuoco e con il metallo che porterà a bilanciare l’energia.
  • Il giardino orientato verso Sud è caratterizzato dall’elemento Fuoco. A farla da padrona saranno piante che si sviluppano verso l’alto, con foglie appuntite e spine. Per i fiori invece sono perfetti i girasoli, i gigli e le rose. I colori ideali sono il rosso, l’arancione, il fucsia e il violetto. Per creare equilibrio il fuoco necessita del legno (legno nutre il fuoco) e dell’acqua (l’acqua spegne il fuoco).
  • Il giardino orientato a Sud – Ovest e Nord – Est appartiene all’elemento terra, dove attecchiranno maggiormente i cespugli. In questo giardino è bene che prevalgano forme piatte, quadrate o rettangolari non troppo alte e con una superficie liscia. I colori predominanti sono il giallo, il marrone e l’arancio. Per compensare questo elemento vanno bene i colori e gli oggetti dell’elemento Fuoco (fuoco produce cenere che diventa Terra) e Legno (Legno esaurisce la Terra).
  • Il giardino orientato a Ovest e Nord – Ovest è caratterizzato dall’elemento metallo. Sono le forme tondeggianti a prevalere, nei colori bianco, grigio e oro. L’elemento Terra (la Terra produce Metallo) e Fuoco (il Fuoco scioglie il Metallo) bilanciano al meglio questo giardino.
  • Il giardino orientato a Nord appartiene all’elemento acqua. Le piante che attecchiranno meglio sono quelle di forma irregolare, quali piante acquatiche, nespola, cipresso giapponese. I colori predominanti sono il blu, il violetto e il nero. Metallo e Terra sono i due elementi chiamati a creare equilibrio in questo giardino.

Ricordiamo che l’obiettivo di un giardino Feng Shui è quello di riprodurre un paesaggio naturale, in grado di ricreare, per ogni scenario, profumi, suoni e colori che variano con le stagioni. Seguendo l’andamento della natura anche il nostro giardino deve riproporre un alternarsi tra elementi animati ed inanimati. Le rocce devono essere stabili e sembrare nascere dalla terra, le statue devono dare un senso di protezione e solidità, mentre l’acqua starà a simboleggiare la vita nelle sue manifestazioni, dallo stagno (yin, femminile) al ruscello (yang maschile). Infine gli alberi e le piante, da collocare dietro l’abitazione, devono proteggere, ma non soffocare l’edificio; rischierebbero, in questo modo, di ostacolare il flusso di energia.